Seguici su:

Golf Torino (36)

Informazioni

Chiusura stagionale:dal 24/12 al 18/01

Giorno di chiusura:lunedì non festivo

Segreteria:011-9235440

Ristorante:011-9235448

E-mail:info@circologolftorino.it

Golf Club:http://www.circologolftorino.it/

Turismo locale:http://www.turismotorino.org/

Turismo regionale:http://www.piemonteitalia.eu/

Navigatore satellitare

Inserisci il tuo indirizzo per le indicazioni stradali

Calcola percorso

Breve presentazione

Il Circolo Golf Torino nasce nel 1920, il primo percorso vede la luce nel basso Canavese, vicino San Maurizio, nel pieno di una brughiera utilizzata anche per le esercitazioni militari.
Nel 1924 il "Torino" si sposta nell'Ippodromo di Mirafiori; nove buche in condivisione con le corse ippiche non sono il massimo e quindi si opta per una location più specifica come il nuovo campo al Colle della Maddalena.
Quello vero arriva solo nel 1956, nell’attuale sede de “La Mandria”, parco regionale tra i più belli e affascinanti della pianura padana, già riserva di caccia dei Savoia, a due passi dallo splendore barocco della Reggia di Venaria Reale.

L’arch. inglese John Morrison si occupa della creazione delle prime diciotto buche dei due percorsi del Circolo Golf Torino acquisendo quell’unicità inglese che lo contraddistingue ancora oggi.
Il circolo è immerso nella natura incontaminata, “tutto è pensato in funzione del golf”, non vi sono strade, costruzioni, nessun ostacolo alla pratica del golf.
Negli anni successivi all’apertura, grazie ai progetti dello Studio Harris e degli architetti Marco Croze e Graham Cooke, il campo viene portato a ventisette buche e poi alle attuali trentasei, divise in due percorsi, quello “blu” e quello “giallo”.
Recentemente sono state inserite 9 buche di Pitch & Putt.
Entrambi i percorsi sono caratterizzati dalla cornice di alberi secolari attorno a ogni buca e dalla frequenza di ostacoli d’acqua naturali, come ruscelli e laghetti.

Tra le tante pagine della sua storia golfistica si ricordano gli ultimi due Open d'Italia 2013 e 2014 e l’Open d’Italia del 1999.
Negli ultimi vent’anni si è assistito all'incremento delle attività e alla nascita di un numero sempre maggiore di campioni, crescita dovuta anche a una politica particolarmente attenta al Club dei Giovani.
Il Palmares del Circolo Golf Torino - La Mandria è il più ricco e titolato d'Italia. Nella sua bacheca (vedi foto sopra) sono presenti i successi in tutti i trofei più importanti a livello internazionale, così come tutte le gare e le competizioni nazionali.
Al “Torino” sono di casa i fratelli Edoardo e Francesco Molinari, campioni internazionali e portabandiera dell’Italia (oltre che del Circolo stesso) nelle principali competizioni golfistiche internazionali. Un binomio, quello dei due campioni nati e cresciuti sul course torinese, che ha portato nell’Albo d’Oro del Circolo il Mondiale del 2009 e le edizioni 2010 e 2012 della Ryder Cup (squadra europea). Due trofei che ben pochi al mondo possono vantare nella bacheca della propria Club House.

Le buche più significative del percorso blu (sul quale si è svolto l'Open d'Italia) sono: la buca 1 che con la sua conformazione ed il suo green ben protetto può regalare grossi grattacapi ma talvolta belle soddisfazioni, il difficile par 4 della buca 3 con il suo intrigante green dalla forma di penisola ed il lungo par 3 della 16.

Le buche caratteristiche del percorso giallo sono davvero tante e le tre che segnalo sono: la 14 con tutto il lago davanti, la 15 con il fiume che attraversa il fairway due volte e la 18 con il suo dog-leg da sinistra a destra in discesa.